Maiolica Arcaica a Orvieto

Maiolica Arcaica a Orvieto

La città di Orvieto sorge su una rupe tufacea, ed è ricca di cantine, cunicoli, pozzi per raggiungere le vene sotterranee di acqua e cisterne per contenerla. Nelle cantine furono scavati (presso gli angoli e i muri perimetrali) i così detti “BUTTI”, ovvero cavità a forma di cilindro allungato o bulbo, destinati a contenere le immondizie. La loro presenza è molto comune in moltissime città medievali. Quando erano pieni venivano semplicemente interrati e chiusi, ed al loro posto se ne aprivano di nuovi. Col passare dei secoli queste cavità sono diventate un deposito di ricchezze, in quanto aprendoli, gli studiosi hanno ritrovato molta vecchia ceramica di uso domestico (maiolica arcaica), permettendo una ricostruzione alquanto dettagliata delle abitudini, gli usi ed i costumi delle varie epoche. Orvieto è stata una miniera alquanto ricca di informazioni sulll’utilizzo delle ceramiche nelle varie forme, dimensioni e colorazioni.

Discussione (0)

Non ci sono ancora commenti per questo documento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *